cervello umano bioenergy nutrition integratori sportivi alimentazione cuneo sale proprietà e curiosità
La composizione biochimica delle regioni cerebrali dell’uomo è simile a quella del topo.
 
Tenuto conto del loro peso metabolico relativo, della loro velocità di sviluppo e del rapporto specifico tra peso cerebrale e peso corporale, i risultati sperimentali ottenuti sul ratto o sul topo sono dunque necessariamente validi per l’uomo.
Si può così dimostrare come ha fatto George Durand, che per avere un cervello ben oleato dobbiamo assorbire ogni giorno due grammi di acido alfa-linolenico e dieci grammi di acido linoleico.
 
Un alimentazione ricca di acido alfa-linolenico conferisce una maggiore resistenza nei confronti dei veleni. Idem con lo stesso acido si possono diminuire gli effetti fluidificanti dell’alcool.
Se il cervello dell’uomo vuole durare e progredire deve consumare nel periodo neonatale tutte le specie di acidi grassi polinsaturi:
  • acido linoleico
  • alfa linoleinico
  • archidonico
  • cervonico
Nicola Camera
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email