tribulus terrestris saponine bioenergy nutrition integratori sportivi alimentazione cuneo
Le saponine sono sostanze organiche vegetali, di natura glucosidica, caratterizzate dal possedere una forte azione tensioattiva: mescolate con l’acqua danno soluzione schiumose, poiché diminuiscono la tensione superficiale dell’acqua.
 
Introdotte in alti dosi nel sangue, emolizzano i globuli rossi, ma la loro assunzione per via orale non costituisce alcun pericolo perché vengono assorbite dalla mucosa gastrointestinale solo in piccolissime quantità.
 
Da un punto di vista chimico le saponine si classificano in due gruppi:
a) saponine a nucleo steroidico (quelle del tribulus);
b) saponine a nucleo triterpenico.
 
Le proprietà fisiche e biologiche delle saponine appartenenti a questi due gruppi
sono assolutamente equivalenti.
La Salsapariglia e la Digitale contengono saponine di tipo steroidico, mentre la
Saponaria, la Poligala, la Liquirizia, l’Edera e il Polipodio volgare, contengono saponine triterpeniche.
 
La principale azione farmacodinamica delle saponine è quella espettorante e solo secondariamente diuretica, depurativa e diaforetica.
L’importanza delle saponine in terapia, deriva dal fatto che esse sono capaci di accelerare l’assorbimento di altre sostanze famacologicamente attive.
 
Per esempio la loro presenza migliora l’utilizzazione da parte dell’organismo, del calcio, del silicio e delle emodine. Perciò, le droghe a saponine dovrebbero entrare a far parte della formulazione di ogni tisana, come adiuvanti, allo scopo di aumentarne l’efficacia curativa. Come tutti i glucosidi, le saponine sono idrolizzate, e perdono le loro proprietà biologiche, se le loro soluzioni si fanno bollire troppo a lungo.
 
Nicola Camera
liquirizia saponine bioenergy nutrition integratori sportivi alimentazione cuneo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email