alimentazione sport endurance ciclismo corsa bioenergy nutrition integratori sportivi alimentazione cuneo
L’assunzione di glucidi anche se molto efficace, mostra presto i suoi limiti.
 
Ricerche recenti dimostrano che l’aggiunta di proteine permette di andare ben oltre quel che è consentito dalla assunzione di soli glicidi. Tale associazione accelera la sintesi di glicogeno muscolare. Ciò è spiegato dalla maggiore secrezione di insulina prodotta dalla unione di proteine e glicidi rispetto a quella generata dai soli glicidi. L’insulina accelera l’introduzione del glucosio nei muscoli, favorendo al contempo l’attività degli enzimi indispensabili all’accumulo di glicogeno.
 
Anche questa attività enzimatica è sotto controllo delle proteine che la sostengono in maniera indipendente ma complementare. William (2003), mostra che assumere contemporaneamente proteine e bevande a base di zuccheri ha degli effetti più evidenti sul recupero energetico.
 
Dei ciclisti allenati hanno bevuto o una soluzione di glucidi o una miscela di glucidi e proteine subito prima e dopo 120 minuti una prestazione di due ore. I glucidi hanno fornito 42 g di carboidrati mentre le proteine 28 g. grazie a tale miscela l’aumento del glucosio nel plasma è superiore del 17% mentre quello di insulina del 92% rispetto ai risultati ottenuti con i soli glucidi. Ne consegue un accumulo di glicogeno superiore del 128% a quello prodotto dai glucidi. Quattro ore dopo è stato eseguito uno sforzo fisico simile al primo. La resistenza alla stanchezza è stata superiore del 55% nei ciclisti che hanno consumato la miscela rispetto a chi ha preso i soli glicidi.
 
Sostituendo un po’ di glucidi con proteine si hanno altri vantaggi. Innanzitutto, le proteine contribuiscono a riparare e rafforzare le fibre muscolari danneggiate durante l’allenamento (muscolo scheletrico, cardiaco e liscio dell’intestino). Con dosi “adottate ad personam” è possibile un totale recupero muscolare in 8 ore anziché in 22 ore come avviene invece con i soli glucidi. Aggiungere alcuni grammi di glutammina (dosaggio sempre da personalizzare) ha un effetto additivo sul l’accumulo epatico di glicogeno.
 
Non bisogna però dimenticare che il recupero energetico non è che un aspetto del recupero. Oltre che sul piano energetico il recupero deve interessare anche l’integrità delle fibre muscolari, delle articolazioni, dell’apparato digerente, del sistema nervoso, endocrino e immunitario.
 
Dr. Fabrizio Tamburini
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email